Home‎ > ‎BLOG‎ > ‎

Fideiussioni rilasciate per le rateazioni delle comunicazioni di irregolarità

pubblicato 8 gen 2015, 07:26 da Fabio Campanella   [ aggiornato in data 21 mar 2015, 08:49 ]
D: Posso presentare un’istanza di restituzione della fideiussione consegnata all’Agenzia delle Entrate per l’ottenimento della rateazione delle somme richieste con una comunicazione d’irregolarità?

R: Si, in quanto l’art. 10, comma 13-decies, lett. a) del Decreto Salva Italia [1] del dicembre 2011 ha eliminato l’obbligo della garanzia per queste tipologie rateazioni [2].
Prima di tale modifica, infatti, l’art 3-bis, primo comma, secondo periodo, del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 462 prevedeva che <<se l’importo complessivo delle rate successive alla prima è superiore a cinquantamila euro, il contribuente è tenuto a prestare idonea garanzia commisurata al totale delle somme dovutemediante polizza fideiussoria o fideiussione bancaria>>. 
La nuova formulazione di questa norma, successiva alla modifica del Decreto Salva Italia, invece, recita esclusivamente: <<le somme dovute ai sensi dell’articolo 2, comma 2, e dell’articolo 3, comma 1, possono essere versate in un numero massimo di sei rate trimestrali di pari importo, ovvero, se superiori a cinquemila euro, in un numero massimo di venti rate trimestrali di pari importo>>, senza più obbligo di prestare alcuna garanzia.
Il successivo comma 13-undecies dello stesso art. 10 del Decreto Salva Italia (D.L. n. 201/2011) [3] ha introdotto, inoltre, una norma transitoria secondo cui l'esonero dalla garanzia si applica anche alle rateazioni concesse precedentemente all'introduzione della predetta modifica legislativa.
Si ritiene che la ratio di tale ultima norma sia quella di estendere il beneficio introdotto dal comma 13-decies, consistente nell’esonero dalla presentazione della garanzia fideiussoria, anche alle rateazioni per le comunicazioni di irregolarità già in essere al momento dell’entrata in vigore di tale modifica, con conseguente restituzione delle garanzie già prestate per queste tipologie di dilazioni. 
L’Agenzia delle Entrate, quindi, subito dopo la modifica della normativa sopra descritta, avrebbe dovuto restituire spontaneamente ai contribuenti le fideiussioni da questi prestate e, in ogni caso, dovrebbe restituirle a seguito di espressa richiesta del contribuente.

_________
[1] D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, conv. L. n. 214/2011.
[2] Comunicazione di irregolarità derivanti dai controlli automatici e formali previsti dagli art. 54-bis del DPR n. 633/72, art. 36-bis e 36-ter del DPR n. 600/73.
[3] L’art. 10, comma 13-undecies, del D.L. n. 201/2011 prevede: <<le disposizioni di cui al comma 13-decies si applicano altresì alle rateazioni in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto>>.