Home‎ > ‎BLOG‎ > ‎

La durata delle fideiussione non è aumentata dalla proroga del termine per l'accertamento

pubblicato 29 mar 2017, 07:55 da Fabio Campanella   [ aggiornato in data 26 mag 2017, 02:49 ]
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 7884 del 13 gennaio 2017 ha chiarito che la scadenza della polizza fideiussoria rilasciata dal contribuente a favore dell'Agenzia delle Entrate come garanzia di eventuale restituzione dell'IVA rimborsata, ai sensi dell'art. 38-bis del DPR 26 ottobre 1972 n. 633 (cd Decreto IVA), è stabilita consensualmente dalle parti e non è legata al termine decadenziale di accertamento fissato per l'Amministrazione Finanziaria. 
Ne deriva, quindi, che se il periodo a disposizione dell'Amministrazione finanziaria per richiedere l'IVA indebitamente rimborsata è aumentato in forza di legge successiva alla stipula della fideiussione, il contratto di garanzia non può essere inteso automaticamente prorogato, a meno che esso non contenga una diversa previsione.
Ċ
Fabio Campanella,
29 mar 2017, 07:55